STORIE PORNO
STORIE PORNO
I migliori racconti porno
amatoriali online!!
L'iniezione (3° giorno)In autobusLettera ad un amante.Frutta e verdura, che passione - Prima partesottomessa dal mio migliore amicoIo, il mio migliore amico e le nostre mogli inaspettatamente troie. TERZA PARTELa mia Daniela lo prende in bocca dal collegaUna notte da troietta
Nick: Password:

Pubblica la tua storia!
CLICCA QUI!!
Iscriviti alla newsletter!



Per ricevere tutte le nuove storie!!

Il sapore della mia Angie(lesbo)
Passarono da li 2 settimane da quando arrivai conobbi tutti quelli che abitavano li tra cui angie , una ragazza bellissima, era una ragazza molto simpatica con cui trovai molta sintonia, si mi ero gia fatta due cari amici alex ed angie;lei era una bisessuale pero apprezzava maggiormente le donne, io tra i tre ero l unica etero,la cosa mi andava molto bene stavo bene con loro mi facevano sentire a mio agio in tutto, e cosa piu importante con loro fin da subito non volli avere pudore, avevo dato una copia delle mie chiavi ad entrambi cosi che potessero entrare se stavo facendo la doccia, o se di notte facevano tardi e si fermassero a dormire con me,la cosa bella era quando uscivo dalla doccia o mi cambiavo non dovevo e non volevo coprirmi davanti a loro ,nemmeno di fronte ad alex ,anzi molte volte faceva la doccia con me e ci asciugavamo a vicenda, lui era diventato il mio migliore amico ed angie era la mia migliore amica,anche la cosa non continuo cosi , angie era molto strana a volte,non potevo fare quello che facevo assieme ad alex, molte volte mentre ero in doccia stava in modo ossessivo fissarmi,mentre mi vestivo sembrava costantemente incantata a guardare il mio sesso;
una sera decisi che era ora di parlargli,io sapevo dentro di me ,dove si andava a parare ma volevo saperlo da lei, la cosa non mi inorridiva cosi tanto cosi decisi di provocarla un po, mi misi un vestitino leggero senza reggiseno ne slip , la feci sedere ai bordi del letto e comiciai:”senti angie ti devo parlare, io noto che sei strana con me ,mi sembra sempre si essere osservata,in ogni cosa ma soppratutto quando sn nuda, percepisco che ce qualcosa che non va nei tuoi occhi..” lei mi disse” bambolina, sei bellisima, voglio farlo con te ti prego ,ho bisogno di te, voglio assaporarti ,non resisto piu,tutte le volte che ti vedo,mi bagno e passo tutta la sera a toccarmi.schietta,rimasidi stucco, lo volevo, ma non ne ero sicura, lo volevo ma avevo paura, mi diressi verso la porta,la chiusi a chiave, mi misi davant a lei e mi spogliai, era rimasta a bocca aperta,mi sdraiai sul letto apri le gambe e gli dissi , “fai quello che vuoi”;era meraviglioso si mise nuda davanti a me , si nutri del mio seno come nessun uomo era riuscito a fare prima,io ansimavo, arrivo sul mio sesso , lo guardo, e mi disse”e il fiore piu bello che abbia mai visto”,la bacio,fu il primo di tanti baci, di tante leccate, di tante dita ,prima una poi due alla fine tre, e il clitoride impazziva al tocco sapiete di angie, si mise lo strapon, ero sbalordita,wow... lo appoggio sulla mia fessura, e mi fece capire cosa voleva dire essere donna, impazzivo,urlavo,ansimavo,piangevo,pisciavo,schizzavo, tutto accompagnato dall orgasmo piu perfetto in assoluto.
Li distesa sul letto ero in paradiso,le mi si avvicino e mi bacio, la guardai , e la baciai,lei mi piaceva, presi il suo posto ,pero confessandogli che non l avevo mai fatt con una donna e di percio ero molto goffa e impacciata, lei mi sorrise ,si avvicino e mi disse, non preoccuparti piccola mia io so gia che il tuo tocco sara angelico, appoggiai le mie labbra sul suo capezzolo, e per un momento dimenticai di essere adulta ed immaginai di attendere la dolce poppata, una dolce poppata fatta di calore e umori della mia angie.
Appoggiai le labbra su tuttol addome, ed eccoci arrivati, come quando un ascensore pian piano arriva alla fermata ,era li, la sua patatina,mi avvicinai con il viso,sentivo gia il calore, l odore era particolare, apri con due dita le sue labbra e l assaggiai, il sapore era delizioso,salato,ma non amaro,la leccai come fosse un gelato da cima a fondo , e la sentivo angie urlare, mi avvicinai al clitoride,era bellissimo, lo leccai,lo sukkiai e piu succhiavo piu urlava, le sue guarcie avevano cambiat colore da un rosa pallido a un rosso acesso, decisi che quello era il momento adatto, mi bagnai due dita, ed entrai dentro ilfiore magico,lei impazziva e si dimenava,io cercavo di spingere bene,sapevo quello che provava e sapevo dove le piaceva perche una cosa ci accomunava, eravamo donne;spingevo forte, lei aveva le lacrime , ero soddisfatta , le piaceva, la sentii venire, le mie ditacolavano, ma non attesi a succhiarle, ero ghiotta di quel sapore, andai vicino a lei, mi abbraccio forte, mi disse che era stato bellissimo, mi bacio, il bacio piu dolce che ebbi rivevuto in tutta la mia vita.la mia piccola angie.

COMMENTALA NELLA NOSTRA CHAT PORNO
MAGARI TROVI ANCHE L'AUTORE DELLA STORIA!


Eccitometro (Numero di voti: 75): 6.44 Commenti (9)

Quanto ti ha eccitato questa storia??!!
1 2 3 4 5 6 7 8 9 10