STORIE PORNO
STORIE PORNO
I migliori racconti porno
amatoriali online!!
La Sorellastra di Cenerentola.Io Lui e l'altramarisaAl parcheggio del supermercatoprimo triangolo giorgiocornutoil giorno dopo 1moglie a doppia vitaprimi piaceri del cuckold
Nick: Password:

Pubblica la tua storia!
CLICCA QUI!!
Iscriviti alla newsletter!



Per ricevere tutte le nuove storie!!

La pistola nel reggicalze 2
Alcuni mesi indietro ho raccontato come, io ventenne, ero stato sottomesso ed affascinato dalla signora Armanda, una meravisogliosa dirigente di azienda che, un po per motivi di lavoro e pricipalmente per puro piacere personale, amava ed ama girare armata di pistola e quasi sempre portata alla coscia in una fondina sotto la gonna. Ancora oggi sono l'uomo tuttofare di Armanda e sono sempre affascinato da questa austera signora che si diverte a sottomettermi psicologicamente facendosi leccare, obbligandomi a masturbarmicon la sua biancheria sporca, senza sborrarci dentro e quando è mossa a compassione mi fa qualche sega e molto raramente mi permette di penetrarla. Ricordo ed ancora mi eccito quando mi mandò in un negozio di articoli sportivi ed armi per ritirare una fondina da coscia che aveva ordinato. Nel negozio trovai la moglie del titolare la signora Beatrice, una sua amica di circa 45 anni, signora alta e giunonica, alla quale dissi che dovevo ritirare un oggetto per Armanda. Lei mi rispose che la fondina che voleva Armanda non era arrivata e che se volevo potevo portarle un'altro tipo. Avendo ricevuto ordini precisi risposi che non sapevo cosa fare e non potevo scegliere io e quindi sarei ripassato. La signora Beatrice mi disse di andare dietro al banco per vedere meglio un modello che sicuramente sarebbe piaciuto ad Armanda. Detto questo andai dietro al banco e Beatrice alzando un lembo della gonna e scoprendo completamente una coscia inguainata in calze fumè sorrette da un reggicalze nero fece apparire una fondina nera con pistola. Il mio cazzo ebbe un guizzo che non si riusciva a nascondere e beatrice con durezza mi disse " verme è giusto che ti ecciti al cospetto di una signora come me e siccome, come Armanda non scherzo, ti conviene darti da fare a soddisfare le mie voglie se non vuoi andare via malconcio. Chiuse la porta del negozio, mi portò nel retrobottega, mi fece spogliare e volle che le leccassi le scarpe, poi sedendosi a coscie larghe si fece leccare la fica da sopra le mutandine nere ed in fine dovetti leccarle anche il culo. Dopo essere abbondantemente venuta mi fece mettere il cazzo sula coscia sotto la fondina e me lo sfregò maldestramente finchè non sborrai copiosamente sulle sue coscie. Si incazzò perchè la avevo insudiciate e quindi mi fece leccare la mia sborra facendomi pulire minuziosamente le calze e la fondina. Dopo telefonò ad Armanda raccontando cosa era successo e facendomi capire che si erano accordate precedentemente.Prima di mandarmi via volle essere leccata di nuovo e mi sborrò in faccia facendomi asciugare con la lingua le sue secrezioni. Poi, comparve Armanda e vedere quelle due signore con la pistola alla coscia mi provocò una ulteriore erezione che le due maliarde apprezzarono facendosi sbattere fino a ridurmi uno straccio. Però ancora oggi queste signore mi eccitano e non posso fare a meno di loro anche se spessomi maltrattano.

COMMENTALA NELLA NOSTRA CHAT PORNO
MAGARI TROVI ANCHE L'AUTORE DELLA STORIA!


Eccitometro (Numero di voti: 34): 5.44 Commenti (8)

Quanto ti ha eccitato questa storia??!!
1 2 3 4 5 6 7 8 9 10