STORIE PORNO
STORIE PORNO
I migliori racconti porno
amatoriali online!!
In azienda con AleMia ZiaServizio in cameraIN TRE IN AUTOPrimaveraAL CINEMA...LA PRIMA VOLTA DELLA MIA ELISABETTAsuocera in ufficio
Nick: Password:

Pubblica la tua storia!
CLICCA QUI!!
Iscriviti alla newsletter!



Per ricevere tutte le nuove storie!!

mi bagno le mutandine
Adoro cercare siti porno, con video gratuiti da guardare di nascosco, adoro eccitarmi e sentire il liquido scendere lento dalla mia patatina...e poi un giorno ho scoperto siti come questo dove poter leggere ed immaginare senza che nessuno possa scoprire le tue perversioni e pensare che stai SOLO leggendo.
Ma non sempre le cose vanno come le immagina, anziiii a volte vanno anche meglio.
Chi di voi non sai che i luoghi di lavoro sono i posti migliori per ciulare e godere senza troppa fatica? E poi tutti facciamo pensieri porno con le faccine da angeli, no?
Stavo leggendo storie e guardando video hard e non mi accorsi di un collega che mi fissava, gurdava la mia faccia arrossata e il mio bacino che si muoveva voglioso.
Ne approfittò con una battuta: "Heee sempre a lavorare tu... betata te". Poi si abbasso fino al mio orecchio e mi sussurro "Bella porcellina".
Ad una certa in ufficio erano rimasti pochi colleghi e a me piace andare in bagno a RILASSARMI pensando a mille maialate...quel giorno presa dall'eccitamento e dalla pataina zuppa dimenticai la porta del bagno aperta.
Sentii entrare il collega che mi aveva beccato con le mani nel sacco che entrò in bagno e vedendo le mie gambe aperte con tutto quel liquido colare si sentì in dovere di soddisfarmi.
Sì inginocchiò e tenne le mani sulle mie cosce tese (ero immobile, le vergona mi aveva fatto diventare rigida non riuscivo a reagire) mise la sua faccia tra le mie gambe e cominciò a strusciarsi in modo delicato, fino a farmi mugolare, ero a mio agio ora e lui ne approfitto per leccare quell che orami era diventata la figa più vogliosa che avesse mai visto.
Io fino ad allora incredula iniziare a desiderare qualcosa che mi riempisse e gli chiesi di entrare e lui non se lo fece ripete due volte entro al mio interno girandomi faccia al muro cominciando e sbattermi con un'alternarsi di violenza e dolcezza. Nei momenti di foga per avevamo incuriosito una collega che in quel momento era entrata in bagno.
Lei busso: "Eh ehm... c'è nessuno?"...io e il mio amante focoso ci fermammo subito e ci venne da ridere. Il suo cazzo fno ad allora durissimo dentro di me si smoscio.
l'essere stati scoperti non aveva eccitato il mio collega ma lo aveva fatto "spaventare".
Decisi di rispondere alla ragazz fuori dalla porta che aveva iniziato a chiedre se avevo bisogno di aiuto, se stavo male, come mai non rispondevo.
PResi coraggio e risposi: "scusa sto facendo dei bigonini, tutto ok ho finito". Scema, scema scemaaa tirai lo scarico e la ragazza resto in attesa di vedere se davvero la ragazza che sentiva gemere stava bene.
Allora mi affacciai e capiì che chi era fuori dalla porta aveva intuito che in realtà dentro stava succedendo ben altro.
Vide l'altro collega e vista l'ora ne approfitto, entro anche lei e comincio a cavalcare l'uomo seduto sul gambinetto col cazzo nuovamente duro.
Io cominciai a toccarle il seno a baciarglielo e leccarglielo fino a che lei stessa comincio a leccare me ovunque la mia patatina era nuovamente zuppa. Lei si tolse dal collega che era quasi sul punto di venire. Cominciammo un bel 69 a terra su quel pavimento freddo che preso di copri di sperma del povero collega chje era rimasti lì a masturbarsi.
Ci rivestimmo e da quel giorno non osammo più parlare di quel avventura ma ci limitammo a lanciarci sorrisetti appena ci incrociavamo.

COMMENTALA NELLA NOSTRA CHAT PORNO
MAGARI TROVI ANCHE L'AUTORE DELLA STORIA!


Eccitometro (Numero di voti: 36): 5.83 Commenti (8)

Quanto ti ha eccitato questa storia??!!
1 2 3 4 5 6 7 8 9 10